§§ geoTextTitle §§

§§ geoLinkText §§

Autobus per e da Arezzo da 4,99€

Comfort a bordo

Tutti i nostri autobus sono dotati di sedili ampi e comodi, wc a bordo, Wi-Fi gratuito e prese di corrente.

Servizi a bordo

Bagagli

Tutti i passeggeri possono viaggiare con 1 bagaglio a mano e 1 bagaglio da stiva (max 80 x 50 x 30 cm).

Informazioni aggiuntive
Pagamenti rapidi e sicuri

Pagamenti rapidi e sicuri

Disponiamo dei seguenti metodi di pagamento Paypal, Visa and mastercard, postepay, and cash.

Prenotazione

97% di clienti soddisfatti!

Elevati standard qualitativi, professionalità e tratte imbattibili rendono i nostri clienti soddisfatti!

Recensioni dei clienti

Scopri Arezzo grazie ai consigli di Virgina

Virgina Sono nata e cresciuta a Milano. Amo la mia città e i sui angoli segreti, ma appena posso parto zaino in spalla all’avventura, dal Grande Nord all’Oriente. Mi piace cucinare, ballare e curiosare tra le bancarelle di libri usati. Leggo voracemente e ho una passione sfegatata per l’India e la sua letteratura. Scrivo tanto, di tutto e da sempre. Ma da qualche anno è diventato anche il mio lavoro.
Milano
28 anni
Backpacker

Scopri di più su Arezzo

Arezzo Piazza Grande

Informazioni generali su Arezzo

Se state progettando il vostro prossimo viaggio in autobus, Arezzo è la meta perfetta per trascorrere una vacanza di un weekend o più all’insegna di cultura, divertimento e piaceri della tavola. Situata alla confluenza delle quattro vallate che compongono la sua provincia, Casentino, Valdarno Superiore, Val di Chiana e Valtiberina, la città è un vero gioiellino toscano: spesso trascurata dai circuiti turistici di massa, in realtà non ha nulla da invidiare alle sue sorelle maggiori, come Firenze, Pisa e Siena. Lasciatevi incantare dalle splendide chiese e dai maestosi palazzi della città: al loro interno custodiscono alcuni dei capolavori più significativi della storia dell’arte italiana, portando le firme di grandi maestri come Piero della Francesca e Giorgio Vasari. Non solo: Arezzo è stata patria anche di altre grandi personalità; basti pensare che fu proprio qui che nacque uno dei padri della letteratura italiana, Francesco Petrarca. Fatevi conquistare dalla bellezza delle sue piazze, a partire da Piazza Grande, o Piazza Vasari, dove ogni mese si svolge la grande Fiera dell’Antiquariato, un’occasione unica per curiosi e collezionisti e, due volte all’anno, la celebre Giostra del Saracino. Una piccola nota: la piazza, per la sua bellezza, ha fatto da sfondo a numerose scene de “La vita è bella” di Roberto Benigni. Se poi siete degli amanti della buona cucina, non mancherete di concedervi un tour enogastronomico tra le prelibatezze della tradizione locale, mentre la sera potrete scoprire una vita notturna sorprendentemente vivace e ricca di eventi a cui partecipare durante tutto il corso dell’anno.

Centro storico di Arezzo

Giro turistico di Arezzo

I nostri autobus vi lasceranno a pochi passi dal centro di Arezzo. Per prima cosa, fate tappa alla Basilica di San Francesco, che ospita un capolavoro come il ciclo della “Leggenda della Vera Croce” di Piero dalla Francesca. A breve distanza troverete invece la splendida Piazza Grande, o Piazza Vasari, costruita in salita e dalla tipica forma trapezoidale: vi si affacciano i monumenti più importanti della città, tra cui la maestosa Pieve di Santa Maria (con il “Polittico” di Lorenzetti) e il Palazzo della Fraternita del Laici, il Palazzo delle Logge (su progetto del Vasari), il Palazzo Lappoli e il Palazzo Casatorre dei Cofani, con la torre. Due appuntamenti da non perdere, come si diceva: la grande Fiera dell’Antiquariato (ogni primo weekend del mese) e la Giostra del Saracino, che due volte all’anno vede sfidarsi i cavalieri dei quattro quartieri cittadini. Andando verso la sommità della collina, troverete il Duomo di San Donato che con la sua imponenza è visibile da ogni parte della città. Al suo interno potrete ammirare le vetrate colorate di Guillame de Marcillat e la “Maddalena” di Piero della Francesca, mentre nell’annesso Museo Diocesano sono conservate diverse opere d’arte, firmate tra gli altri da Vasari e Luca Signorelli. Proseguendo ancora a nord, meritano una visita anche la Fortezza Medicea, oggi sede di mostre ed eventi, la Basilica di San Domenico, che conserva il grande “Crocifisso” di Cimabue, e la Casa Museo di Giorgio Vasari. Merita infine una visita il Museo Nazionale d’Arte Medievale e Moderna, sito all’interno del Palazzo della Dogana.

Arezzo storia e cultura

Arezzo : Cultura e Storia

Tracce di un insediamento nella zona di Arezzo risalgono già al Paleolitico, ma furono gli Etruschi a fondare la città sulla sommità del colle San Donato. Chiamata Aritim, diventò nel tempo una delle dodici lacumonie d'Etruria, fino al III secolo a.C., quando venne conquistata da Roma e il suo nome latinizzato in Arretium, sviluppandosi sul piano urbanistico, economico e culturale. Con le invasioni barbariche, Arezzo continuò a godere di prestigio e benessere, prima sotto il dominio dei Longobardi e poi dei Franchi, entrando a far parte del Sacro Romano Impero Carolingio. A partire da dopo l’anno Mille il potere signorile si concentrò nella figura del vescovo-conte, a cui man mano venne contrapponendosi quello cittadino, che trasformò Arezzo in un Libero Comune fieramente ghibellino. Schieratasi dalla parte dell’Imperatore e divenuta protagonista di prolungate lotte con le città vicine, alla fine del ‘300 Arezzo finì per cadere nella mani della guelfa Firenze. Il dominio fiorentino sarà disastroso per la città, che rimarrà a lungo sotto l’ombra medicea e successivamente sotto quella dei Lorena. Con le invasioni napoleoniche anche Arezzo venne conquistata dai francesi, riscendo però a liberarsi e a scacciare gli invasori: proprio per questo sarà riconosciuta capoluogo di provincia dal Granducato di Toscana. Nel 1860 la città entra a far parte del Regno d’Italia, seguendo il destino del Paese nella sua crescita fino alla Seconda Guerra Mondiale, quando i bombardamenti distrussero più di metà dell’abitato. Nonostante le perdite, gli aretini furono coraggiosi protagonisti della lotta partigiana, ottenendo la Medaglia d’Argento al Merito Civile.

Arezzo di notte

Vita notturna a Arezzo

Arezzo è una città da vivere anche la sera, grazie ad una ricca offerta di locali, ristoranti e bar che sapranno andare incontro a tutti i gusti e a tutte le esigenze. Regalatevi un’ottima cena in una delle tante trattorie toscane del centro storico: la cucina aretina, grazie a prodotti rustici e genuini, è ricca di sapori e ricette da scoprire e viene magnificamente accompagnata dai vini locali. Tra gli antipasti spiccano i crostini neri e il prosciutto DOP del Casentino, mentre tra i primi si contendono il primato gli gnocchi del Casentino, i tortelli di patate, i maccheroni con l’ocio, la zuppa di Tarlati e l’acquacotta. Per i secondi, la vera regina è la carne di Chianina, ma sono da assaggiare anche i grifi all’aretina, la scottiglia  e i formaggi, tra cui l’abbucciato. Il dolce tipico da non farsi mancare? Il Gattò aretino, un tronchetto di Pan di Spagna bagnato con alchermes e farcito di cioccolato.  Per il dopo cena, soprattutto durante il weekend, la movida locale si concentra soprattutto tra Piazza Grande, via Roma e via Crismi, che offrono un’ampia scelta tra pub, wine e cocktail bar, oltre a discoteche e vivaci localini dove poter godere anche di ottima musica dal vivo. In inverno, poi, la città dedica numerosi eventi – anche serali – al Natale, con stand gastronomici, giochi e fuochi d’artificio, mentre in estate non mancano concerti, festival e spettacoli, senza dimenticare l’edizione notturna della Giostra del Saracino, che si svolge il penultimo sabato del mese di giugno.

Fermata autobus a Arezzo

Informazioni importanti su Arezzo

Biglietti autobus a partire da 4,99€
Numero di collegamenti da Arezzo 22
Numero delle fermate autobus a Arezzo 1
Paese Italia