I grattacieli di Milano

I grattacielli di Milano, panorama

Ogni metropoli che si rispetti ha dei grattacieli e Milano non fa eccezione a questa regola.

Quanti sono e dove si trovano i grattacieli a Milano? Possono essere visitati? Qual è il grattacielo di Milano più alto? Sicuramente avrai queste ed altre domande in testa, ed in questo articolo cercheremo di rispondere a queste e ad altre curiosità che hai in mente!

Quanti grattacieli ci sono a Milano?

Quando si pensa ad un grattacielo si pensa ad un edifico enorme con decine e decine di piani. In realtà la definizione differisce da questa idea collettiva: per appartenere alla categoria “grattacieli”, infatti, un edificio deve essere alto almeno 50 metri.

Secondo questa definizione, a Milano si possono contare ben 106 grattacieli, di cui 16 superano i 100 metri d'altezza.

Ovviamente si tratta di numeri destinati a salire, poiché sono previsti nuovi grattacieli a Milano che sorgeranno nei prossimi anni: 22 sono in costruzione e di altri 14 sono stati proposti i progetti di costruzione!

Tra tutti i grattacieli presenti in città, il più alto è la Torre Unicredit, costruita nel 2011 ed alta ben 231 metri!

Dove si trovano i Grattacieli a Milano?

Essendo costruzioni create nel corso degli anni, i grattacieli di Milano sorgono in diverse zone della città, ma i più sono concentrati nelle seguenti zone:

  • Centro Direzionale, quartiere a nord di Milano compreso tra le stazioni ferroviarie di Milano Centrale e di Milano Porta Garibaldi;
  • CityLife, complesso residenziale e commerciale nel quartiere del Portello, progettato dagli architetti Isozaki, Libeskind ed Hadid, noto anche come “quartiere Tre Torri”;
  • Porta Nuova, zona a nord della città sulla strada che porta a Monza.

Il grattacielo Pirelli: uno dei simboli di Milano

Affettuosamente chiamato Pirellone, il grattacielo Pirelli è l'ottavo grattacielo di Milano per altezza (127 metri) e sorge nella zona del Centro Direzionale di Milano, nelle vicinanze della Stazione Centrale.

Attualmente sede del Consiglio Regionale della Lombardia, è stato progettato dall'Architetto Gio Ponti negli anni Cinquanta per la Pirelli e da allora è divenuto uno degli edifici simbolo della città che ne ha accompagnato la storia sino ad oggi.

Nel 2002 fece notizia lo schianto di un aereo da turismo su di esso a seguito del quale in cima del Pirellone furono installate delle luci stroboscopiche per segnalarne la presenza agli aerei.

Il Bosco Verticale: cos'è e dove si trova?

I grattacieli verdi di Milano, meglio noti come “Bosco Verticale”, sono due palazzi residenziali che si trovano nel Centro Direzionale di Milano, nel quartiere Isola, e sono noti per ospitare oltre 2000 specie arboree.

Questi grattacieli, progettati dallo studio dell’architetto Boeri, sono stati pensati per riforestare la città di Milano ed aumentarne la biodiversità vegetale e animale.

Non si tratta di un progetto completamente innovativo, poiché i capostipiti di questa idea furono i giardini pensili di Babilonia costruiti nel 590 a.C., ma la loro ideazione ha portato grandi benefici ambientali, tra i quali la riduzione delle polveri sottili e dell'inquinamento acustico.

Questo progetto è stato insignito di tre riconoscimenti, tra cui l'International Highrise Award nel 2014 che premia ogni 2 anni i grattacieli più belli al mondo. Il Bosco Verticale è un bellissimo progetto e vale la pena includerlo nel proprio itinerario di viaggio!

CityLife

CityLife è un complesso residenziale e commerciale che prende anche il nome di Tre Torri per via dei tre grattacieli costruiti in questa zona di Milano.

Questo complesso contiene la più grande area pedonale di Milano (ed una delle maggiori d'Europa), un parco pubblico, negozi ed abitazioni.

Le Tre Torri, che portano i nomi degli architetti che le hanno create - Isozaki, Hadid e Libeskind, sono destinati a diventare i grattacieli simbolo di Milano nel mondo.

Per raggiungere questa zona di Milano e visitare il quartiere, puoi prendere la linea 5 della metropolitana (linea lilla) e scendere alla fermata Tre Torri.

Il futuro della zona Expo: i nuovi grattacieli

Nel 2015 Milano ha ospitato la famosa manifestazione chiamata “Expo”.

Dopo la conclusione dell’evento, la zona dedicata è caduta in disuso e ancora oggi si discute del suo futuro.

Tra le varie ipotesi avanzate ci sarebbe quella di costruire nuovi grattacieli alti oltre 180 metri ma non destinati ad uso abitativo.

Ancora non si sa il futuro certo di quest'area, poiché la società che gestì l'Expo 2015, Arexpo, ha lanciato solo da pochi anni il bando di concorso per la sua riqualificazione ed i tempi si preannunciano lunghi prima che in questa zona sorga qualcosa.

È possibile visitare i grattacieli di Milano?

Se vuoi vedere coi tuoi occhi i grattacieli di Milano, sappi che è possibile farlo.

Ci sono visite guidate disponibili per la zona del Centro Direzionale, che permettono di visitare tutti i grattacieli presenti in zona, ammirandone l'arte e l'architettura.

Queste visite però riguardano solo l'esterno degli edifici; solo in poche occasioni speciali i grattacieli si possono visitare anche internamente. 

In conclusione

I grattacieli a Milano sono tuttora una presenza importante, ma lo diventeranno ancora di più in futuro. 
Alle volte si può pensare ad essi in modo negativo, credendo che possano inquinare le città in cui vengono eretti, ma in realtà il loro sviluppo in verticale permette di sottrarre meno spazio alla natura, creando quindi maggiori aree verdi che sono d'elevato beneficio per le nostre città.

Se quindi passi per Milano, cogli l'occasione per visitare i suoi grattacieli: sarà un'esperienza con il naso all’insù che non mancherà d'emozionarti.