Napoli di notte: cosa visitare

Napoli di notte: cosa visitare

Se ti stai chiedendo cosa fare a Napoli di notte, in questa breve guida ti daremo qualche idea. Dalle passeggiate romantiche ai ristoranti aperti fino a tardi, ecco qui tutte le migliori location per trascorrere una notte in questa città caleidoscopica.

Il panorama di Napoli… di notte

Napoli è una città caotica e grandiosa, sia di giorno sia di notte. Non mancano la movida, i locali chiassosi, i ragazzi che rimangono svegli fino all’alba a chiacchierare con gli amici. Se vuoi vedere un luogo unico, cioè Napoli di notte, dall’alto, il nostro consiglio è il quartiere di Capodimonte. È una delle zone più sopraelevate della città, tanto che ospita persino l’osservatorio dell’Istituto Nazionale di Astrofisica. Questa zona, che ospita gli uffici della città, di giorno è molto affaccendata e gli edifici storici cedono il passo a grattacieli e alti palazzi illuminati.

Se invece vuoi goderti il sole che tramonta sul mare, non puoi di certo perdere la vista che offre Posillipo. In questo quartiere c’è infatti il Parco Virgiliano, che con un elaborato sistema di terrazzamenti ci permette di vedere le isole di Procida, Ischia e Capri. Il golfo di Napoli di notte e le isole che appaiono come ombre all’orizzonte ti lasceranno di certo senza fiato.

Se invece quello che ti interessa della Napoli di notte è il Vesuvio, ci sono dei particolari eventi, chiamati “Vesuvio sotto le stelle” in cui, al calar della notte, portando con te una torcia e tanta curiosità, potrai visitare il Parco Nazionale del Vesuvio. Attraversando la Valle dell’Inferno (non è così spaventoso come sembra) potrai addirittura avere un assaggio di quello che succede sotto i tuoi piedi, visitando a distanza di sicurezza una profonda faglia che mostra il magma. Per organizzare le visite guidate si può contattare il Parco Nazionale.

Ristoranti e forni notturni aperti a Napoli di notte

Ogni serata che si rispetti finisce con qualche amico che ci dice: “Ho fame, prendiamo un cornetto?” I cornetti di notte di via Cesare Rosaroll sono conosciuti in tutta la città: la cornetteria Number One ci offre un’ampia varietà di cornetti, dai più semplici ai più golosi. Se invece cerchi dei cornetti di notte a Marano di Napoli, ci sono un bel po’ di pasticcerie che offrono non solo cornetti, ma anche bombe e le caratteristiche graffe, ciambelle fritte ricoperte da un sottile strato di zucchero.

Mergellina di notte: tra chalet e cornetterie

La zona di Mergellina, racchiusa tra il mare e la collina di Posillipo, è il posto perfetto per trascorrere una serata in riva al mare, soprattutto nelle stagioni più calde in cui la brezza marina dà sollievo. Sul lungomare ci sono numerosi chalet, che la notte sono sempre affollati da napoletani e turisti che cercano un drink o un dolce. Sono infatti dei locali in cui potrai trovare cornetti, bombe e graffe fino a notte fonda.

Ci sono Spa di notte a Napoli?

Sì, ci sono vari centri Spa e Wellness che offrono piscine idromassaggio, docce con cromoterapia, saune e rilassanti soste in cui consumare tisane e tè leggeri. Se invece vuoi provare le terme di notte a Napoli, le antiche Terme di Agnano offrono ogni venerdì delle esperienze notturne, con musica live e degustazione. L’ingresso può essere prenotato attraverso il sito ufficiale delle terme.

Passare la notte di San Lorenzo a Napoli

Se vuoi guardare le stelle cadenti in questa notte di metà agosto, l’appuntamento che fa per te è al Museo di Capodimonte, e in particolare nel Real Bosco; se porti una coperta, potrai guardare le Perseidi attraversare il cielo comodamente dal prato.

Musei di notte a Napoli: cosa visitare?

Ogni primavera a Napoli e nel resto d’Italia si svolge un evento particolare: la Notte europea dei Musei, in cui si può accedere ai musei che aderiscono all’iniziativa pagando un biglietto simbolico di 1€. Questa occasione ti consentirà di visitare musei incantevoli, dal Palazzo Reale di Napoli, ai musei nei dintorni, come quello di Ercolano o la ricchissima Reggia di Caserta.

Dove fare il bagno a Napoli di notte?

Se gli stabilimenti di Posillipo sono sempre più affollati, specialmente ad agosto, ci sono però alcune spiagge libere un po’ più nascoste e meno conosciute, dove si può fare un tuffo in tranquillità.

Se vuoi fare il bagno di notte a Napoli puoi scegliere: c’è la spiaggia della Colonna Spezzata, all’altezza di Piazza Vittoria, affollata di giorno, ma più riservata di notte; la Spiaggia delle Monache, che presenta una parte attrezzata e una libera, col suo mare calmo e limpido; la Spiaggia del Poggio, un’oasi di freschezza a pochi passi dal centro storico.

Ci sono molte altre spiagge libere a Napoli, ma alcune sono raggiungibili attraverso stradine scoscese o percorsi di scogli, e quindi sconsigliate di notte.

Veniamo quindi all’ultima domanda: Napoli di notte è pericolosa? Non proprio. Se vuoi solamente fare un giro in centro, prendere un aperitivo sul lungomare o un cornetto a Chiaia, oltre i normali accorgimenti non ci sono problemi. Ovviamente, a meno che tu non vada in giro vantandoti del tuo Rolex al polso. Se invece hai intenzione di fare una passeggiata romantica a Scampia o a Secondigliano…beh, non farlo. Non è una buona idea. Un’altra zona da evitare è la Stazione di Napoli di notte: come tutte le stazioni, di notte raccoglie cittadini disagiati o in cerca di un tetto per la notte, ma anche venditori abusivi e persone poco amichevoli.

Ora che hai letto questa piccola guida, hai un punto di partenza per regalarti una suggestiva passeggiata a Napoli di sera. Potrai visitare Piazza Plebiscito di notte, i vicoli stretti, insomma fare un giro nel centro storico, o scegliere di visitare il lungomare di notte e goderti tutte le luci scintillanti di locali e strade affollate. Puoi decidere di passare una notte di follia a Napoli e fare un tuffo coi vestiti addosso, o addirittura noleggiare una barca per visitare il golfo. A te la scelta!